Progetto di sensibilizzazione sul tema della Donazione: AIDO

AIDO

Progetto di sensibilizzazione sul tema della Donazione:

Giovedì 19 aprile, presso l’aula video dell’Istituto Comprensivo Rufino Turranio di Concordia Sagittaria, la professoressa Enrica Pontello, presidente della sezione Aido, ha incontrato gli studenti delle classi quinte della scuola primaria O.Augusto per un progetto pilota, all’interno della scuola, di sensibilizzazione sul tema della donazione. L’intervento, della durata di circa un’ora e mezza, ha indotto i ragazzi a riflettere serenamente sull’importanza del donare e soprattutto della scelta consapevole di donare, attraverso una corretta informazione. Dopo il saluto agli studenti presenti, della Dirigente scolastica, dottoressa Cinzia Fiorin, la professoressa Pontello ha ribadito durante il suo l’intervento, che non è mai troppo presto per parlare di donazione e di trapianto.

Il trapianto, infatti, è un’efficace terapia per alcune gravi malattie che colpiscono gli organi o tessuti del corpo umano e che non sono curabili in altro modo. Grazie all’esperienza acquisita negli ultimi anni il trapianto consente al paziente una durata ed una qualità di vita che nessun’altra terapia è in grado di garantire. Non tutti i pazienti che necessitano di trapianto però possono riceverlo a causa dello scarso numero di donatori. Per questo è necessaria una maggiore diffusione di materiale informativo con conseguente sensibilizzazione sulla tematica della Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, al fine di abbattere il muro dell’indifferenza e del pregiudizio.

Perché entrare nelle scuole? Perché attraverso attività atte ad educare e coinvolgere i giovani si può auspicare di favorire il loro proseguo nella vita associativa e l’espediente imprescindibile per sensibilizzare il più possibile l’animo delle persone è la comunicazione. Attraverso un intervento mirato, l’utilizzo di slide informative accattivanti e di brevi filmati, realizzati tenendo conto dell’età degli studenti, l’approccio educativo verso un tema tanto delicato risulta facilitato.

La professoressa Pontello, facendo proprio anche il desiderio della Dirigente Fiorin auspica che questo progetto possa coinvolgere, nel tempo, altre classi sia della scuola primaria sia della scuola secondaria di primo grado.

aido